dieta-scarsdale
Dieta

Dieta Scarsdale: la più seguita in America

La dieta low carb preferita dagli americani

La dieta Scarsdale è una dietalow-carb; ovvero a basso contenuto di carboidrati. E’ stata ideata dai due dottori: Herman Tarnower e Samm Sinclair Bake di Scarsdale, la cittadina dalla quale la dieta prende il nome negli anni ’70; e in base alle statistiche pare che sia una delle diete più seguite in America. Nella dieta Scarsdale, come in tutte le diete low carb, si applica la qausi totale eliminazione dei carboidrati a favore di una maggior quantità di proteine, per questo motivo può essere seguita solo per un breve periodo di tempo, in quanto un aumento esagerato di proteine a lungo andare può causare danni a fegato e ai reni.

Da seguire con cautela

Questa dieta permette di dimagrire in modo rapido ma va praticata per un periodo massimo di due settimane seguite da un lasso di tempo finalizzato a mantenere il peso perso con altre due settimane di dieta detta appunto di “mantenimento”. La dieta Scarsdale può essere ripetuta ma vanno valutati diversi fattori personali e possibilmente con la consulenza di un dietista.  Altra interessante caratteristica è che alcune verdure non sono assolutamente consentite in questa dieta, cioè: mais, piselli, patate, lenticchie, fagioli.

I risultati

La dieta Scarsdale permette di perdere mezzo chilo al giorno ma è possibile arrivare a 10 chili a settimana; nonostante sia una dieta da seguire con cautela è una delle più gettonate anche tra i personaggi famosi dello show biz; la dieta si basa su un programma alimentare formato da cibi proibiti e cibi consigliati.  Quello che rende questa dieta tanto utilizzata è proprio il programma alimentare che incrementa la perdita di peso rapidissima e la varietà di alimenti che possono comunque rendere la dieta stessa “golosa”.

Regime calorico molto basso

La dieta Scarsdale va praticata con molta attenzione poichè il regime calorico non va oltre le 800/1000 calorie giornaliere, quindi prima di iniziare questo programma alimentare bisogna essere bene certi di essere in buona salute; il regime è molto restrittivo e combattere il senso di fame non è facile; la dieta prevede di consumare solo tre  pasti principali nell’arco della giornata, colazione, pranzo e cena, sono vietatissimi gli spuntini: solo nel caso di violenti  attacchi di fame si possono mangiare alcune carote, sedano o cetrioli. Le restrizioni comprendono anche i condimenti; sono consentiti solo limone, aceto, spezie, pepe, salsa di soia; vietatissimi  olio o maionese o burro, inoltre caffè e tè devono essere bevuti senza usare zucchero o miele, ma solo dolcificante ipocalorico.

I pro e i contro

Come tutte le diete anche la Scarsdale ha i suoi lati negativi, produce una perdita del tono muscolare e di liquidi; durante la dieta è bene non fare troppo esercizio fisico, nè jogging ma solo qualche minuto al mattino di ginnastica soft; è necessario bere due litri di acqua naturale al giorno e riposare bene. La dieta tipo settimanale è varia ma va ttuto eseguito alla lettera. Qui di seguito un menù di esempio.

Lunedì
Colazione: mezzo pompelmo o frutta d stagione,  una  fetta di pane integrale,  caffè o tè senza zucchero;

Pranzo: carni  assortite a scelta, ovvero carni magre, pollo, tacchino, manzo, prosciutto ai ferri, con pomodori affettati caffè o tè o acqua tonica dietetica;

Cena:  pesce magro o crostacei alla griglia,  insalata mista,  una fetta di pane integrale tostato un  pompelmo o frutta di stagione,  caffè o tè;

Martedì
Colazione sempre uguale tutta settimana
Pranzo, macedonia di frutta a volontà  caffè o tè;
Cena, un hamburger magro cotto alla griglia,  insalata di: pomodoro, peperoni, lattuga, cetrioli, zucchine, olive,  caffè o tè;

Mercoledì
Colazione sempre uguale tutta settimana
Pranzo; insalata di tonno o salmone al naturale  con limone e aceto, un  pompelmo o melone  caffè o tè;
Cena, agnello arrosto magro,  insalata mista  caffè o tè;

Giovedì
Colazione sempre uguale tutta settimana
Pranzo: due uova sode,  formaggio magro con  zucchine alla griglia o lessate, o pomodori, una  fetta di pane integrale , caffè o tè;
Cena, pollo arrosto o alla griglia con verdure abbondanti,  caffè o tè;

Venerdì
Colazione sempre uguale tutta settimana
Pranzo, formaggi magri assortiti con spinaci a volontà, una fetta di pane integrale,  caffè o tè;
Cena: pesce magro o crostacei con  verdure miste a volontà una fetta di pane integrale,  caffè o tè;

Fine settimana 
Sabato e domenica vanno ripetuti due menu a scelta della settimana e colazione sempre uguale tutta settimana

Dieta Scarsdale: la più seguita in America
Clicca per commentare

Rispondi ad un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top