test infezioni urinarie
Esami

Test infezioni urinarie: il kit di Prima Home test

Test delle infezioni urinarie

I disturbi a carico dell’apparato urinario interessano reni, ureteri, vescica e uretra. Le più colpite sono le ultime due e l’infezione più frequente e conosciuta è la cistite. La causa è principalmente da ricercarsi nei batteri, il più noto è l’Escherichia coli.
I sintomi sono legati alla difficoltà nella minzione. Il bruciore, la difficoltà nell’urinare (disuria) o la necessità di farlo più del solito durante il riposo notturno (nicturia), la produzione di urina torbida, maleodorante o con tracce di sangue. E poi, la sensazione di impellente bisogno di urinare ma con scarsa eliminazione della stessa, l’incapacità di svuotare totalmente la vescica ed il dolore al basso addome.

Un semplice test svolto nel comfort e nella privacy della propria casa, può mettere in luce eventuali problematiche da affrontare insieme al medico. Semplice e rapido, il test per le infezioni delle vie urinarie per bambini e adulti di Prima Home Test è costituito da strisce di plastica dotate di aree reattive, che una volta entrate in contatto con il campione di urina, cambiano colore a seconda della concentrazione di leucociti (globuli bianchi), sangue, proteine e nitriti. Viene fornita una carta comparativa per leggere i risultati. Eventuali mutamenti di colore sono quindi spie di possibili infezioni e problematiche.

Questo genere di disturbi riguarda più frequentemente le donne, soprattutto per una mera questione anatomica. I brevi dotti urinari agevolano l’insediamento dei germi patogeni e poi durante la gravidanza, ad esempio, a causa della stasi urinaria. Nei bambini la causa può essere invece ricondotta ad un sistema immunitario ancora in fase di sviluppo. I bimbi di sesso maschile sono più soggetti a contrarre infezioni sotto i 3 anni, le bimbe successivamente, sempre per un discorso di conformazione fisica. Gli uomini invece hanno maggiore probabilità di presentare questa problematica in età avanzata, soprattutto in relazione ad una possibile infiammazione della prostata.

Nei neonati in particolare ma anche talvolta negli adulti, è possibile manifestare anche sintomi come febbre alta, nausea, vomito ed irritabilità. I disturbi cambiano anche in relazione alla parte dell’apparato urinario che viene attaccata. Il batterio responsabile nella maggior parte dei casi è l’Escherichia Coli che si trova, normalmente nel tratto gastrointestinale dell’organismo umano ma che può spostarsi altrove e generare infezione. Un altro batterio spesso riscontrato è lo Staphylococcus saprophyticus.

Il trattamento prevede generalmente la somministrazione di antibiotici considerata la frequente origine batterica. Il tempo e le dosi variano ovviamente, anche in base alla gravità del problema. Qualora insorgano disturbi tipici è quindi opportuno verificare il proprio stato di salute. Un test infezione urinarie è un valido strumento per evidenziare un’eventuale problematica per poi rivolgersi ad uno specialista.

Vota questo articolo

Test infezioni urinarie: il kit di Prima Home test
To Top