poltrone barbiere
Benessere

Tutto sulle poltrone per barbiere

Tutto sulle poltrone per barbiere

Le poltrone per barbiere sono uno strumento indispensabile per praticità e comfort, oltre che un oggetto d’arredamento presente in vari stili per rappresentare al meglio l’identità del negozio. Si sa, l’apparenza conta e la poltrona è uno dei primi oggetti che cattura l’attenzione del cliente. Per questo motivo deve comunicare immediatamente l’idea di una totale attenzione al benessere dei clienti, con un aspetto comodo e curato. Vediamo quindi quali sono le caratteristiche per una poltrona da barbiere perfetta.

Struttura della poltrona: seduta e schienale

Durante tutto il tempo di permanenza al barbiere, i clienti devono poter stare comodi e non avvertire fastidi, anche quando il taglio richiede ore di lavoro. Nessun cliente, infatti, è disposto a patire le pene dell’inferno su una sedi scomoda anche se il barbiere è molto talentuoso. La poltrona per barbiere deve essere confortevole e permettere al cliente un completo relax, indisturbato da fastidi al collo o alla schiena e dunque adeguatamente imbottita. Oltretutto il barbiere necessita di poter raggiungere la testa e la barba del cliente agevolmente e in tutte le direzioni, senza doversi costantemente abbassare e avvertire lui stesso fastidi dolorosi. Di conseguenza, la poltrona per barbiere deve avere una seduta morbida e accogliente e la struttura deve garantire il massimo sostegno a tutte le parti del corpo coinvolte, con particolare attenzione alla schiena e alle spalle ce non devono assolutamente appesantirsi o intorpidirsi dopo un po’ di tempo, cosi come le braccia. La testa, sopratutto, deve essere retta in modo efficace, cosi che il barbiere possa rifinire barba e baffi senza costringere il cliente ad assumere posizioni scomode a lungo.

Per lo stesso motivo, la poltrona deve avere uno schienale reclinabile cosi come il poggiapiedi, che devono accompagnare dolcemente i movimenti del cliente senza provocargli fatica. Per eseguire il taglio in maniera ottimale anche il barbiere deve avere la possibilità di raggiungere la zona su cui lavorare, quindi la poltrona stessa deve avere un’altezza regolabile. Per adeguarsi all’altezza del cliente, invece, anche il poggiatesta deve essere regolabile.

Tessuti e design delle poltrone da barbiere

Il materiale in cui è realizzata la poltrona a barbiere deve essere scelto attentamente, per enfatizzare al massimo il gusto estetico che caratterizza il locale. A questo scopo esiste una moltitudine di modelli, che passano da un gusto retro fino a design super moderni. Si possono acquistare poltrone per barbiere ispirate agli anni cinquanta o sessanta, con il caratteristico effetto trapuntato oppure poltrone quasi futuristiche. Anche riguardo ai colori ci si può sbizzarrire, ci sono poltrone dalle tinte neutre sul grigio e il beige adatte a un negozio elegante e sofisticato.

Altrimenti per un’aria più giocosa e informale si può optare per colori accesi, sui toni del rosso, del giallo e del blu. Per andare sul sicuro, invece, si può optare per il classico nero, che si abbina bene a tutti gli altri colori. Un’ampia scelta di colori e design è disponibile su mbfstores.com, insieme a una moltitudine di accessori e prodotti. L’aspetto veramente importante nella scelta dell’aspetto della poltrona è il materiale che deve essere non solo gradevole ma anche semplice da pulire dopo un taglio, per assicurare al cliente un ambiente pulito e igienico.

Poltrone per barbiere: tutti i comfort

Oltre ad essere ergonomiche e di sostegno, alcune poltrone per barbiere possiedono qualche accessorio in più, come portaoggetti laterali e molto altro per venire incontro appieno alle esigenze di barbieri e clienti. Ci sono, però, ulteriori strumenti necessari per la massima efficienza. Tra questi ci sono sicuramente i rotoli per proteggere le poltrone, insieme a portarotoli estetici da montare. Oltre a questo servono prodotti specifici per pulire e mantenere in ottimo stato la poltrona, a seconda del tipo di tessuto, come igienizzanti spray. Inoltre è possibile scegliere tra vari accessori tra cui spaziare per rinnovare le poltrone, tra cui le pedaliere e i poggiatesta.

La storia della poltrone per barbiere

Il primo modello in assoluto di poltrona da barbiere è stato brevettato dalla Saint Louis Archer Company nell’anno 1878. Questa poltrona era ancora piuttosto semplice e possedeva semplicemente un poggiatesta e un poggiapiedi. Qualche anno dopo un’azienda di Cincinnati aggiunse al primo prototipo anche un sistema girevole per facilitare i movimenti del barbiere. Dalla fusione di questi modelli iniziali nacquero le poltrone Koch, un marchio tuttora rinomato nella fetta di mercato di articoli per parrucchieri. In seguito, negli anni cinquanta si contesero il primato su questo prodotto le aziende Koken e Barbera Chairs. Alla Koken si deve l’aggiunta di un sistema idraulico che permetteva al barbiere di controllare la poltrona semplicemente con un joystick. Questo prodotto molto amato subì un netto calo delle vendite, con la nascita di saloni di parrucchieri unisex. Soltanto negli ultimi anni, con la riprese delle barberie old school, questo prodotto è ritornato in voga, unendo le comodità moderne allo stile classico.

Vota questo articolo!
Tutto sulle poltrone per barbiere
To Top