bruxismo
Salute

Bruxismo: definizione, cause, sintomi e terapia

Sapete cos’è il bruxismo? Quali soggetti ne sono affetti? Con questo articolo forniremo una panoramica generale sul bruxismo trattandone le principali cause, i sintomi e la possibile cura e terapia.

Definizione del bruxismo

Il bruxismo è una parafunzione consistente nel digrignamento dei denti. Cos’è una parafunzione? Un movimento che non ha uno scopo preciso, ed il bruxismo è a tutti gli effetti una parafunzione, perchè si ha durante il sonno (per alcuni secondi e, in molti casi, in più occasioni) per via della contrazione della muscolatura masticatoria. Parliamo di un movimento inconsapevole abbastanza diffuso (mediamente colpisce una fascia di popolazione variabile tra il 5 e il 20%) che coinvolge denti, tessuto di supporto dei denti, muscoli masticatori e articolazione temporo-mandibolari (ATM).

Il rumore dovuto allo sfregamento dei denti non è quasi mai avvertito dal diretto interessato. Non si può dire lo stesso di chi gli dorme accanto, visto che nei casi più “problematiciai”, il rumore può essere sentito anche in altre stanze e causare insonnia.

Bruxismo: le cause

Le cause del fenomeno non sono note. Per diverse teorie, la predisposizione familiare, malformazioni e problemi ai denti, malattie neurologiche, stress, tensione e altri fattori esogeni sono variabili che incidono sul bruxismo. Una teoria, considerata oggi demodè, dava un certa rilevanza alle interferenze nell’occlusione dentale. L’organismo reagiva inconsapevolmente provando ad eliminarle mediante digrignamento.

Oggi si dà maggiore attenzione alle malattie neurologiche, come causa primaria del bruxismo, nel senso che la comparsa di movimenti involontari va ad incrementare l’attività dei muscoli della masticazione. In questo caso è necessario il parere di un neurologo.

Bruxismo: i sintomi

L’usura dei denti, dovuti al continuo digrignamento (nei casi prolungati i denti possono cedere e diventare mobili), l’affaticamento della muscolatura della mandibola (per via del poco tempo di rilassamento), il mal di testa al risveglio e le infiammazioni dei denti rappresentano avvisaglie di cui occorre tenere conto.

Bruxismo: cura e terapia

Per ora non c’è una specifica soluzione per risolvere il bruxismo. Tuttavia, l’utilizzo di appositi dispositivi, noti come bite (alcuni utilizzano altri nomi: placca, placca di svincolo, ortottico, ecc.), sono utili nella protezione dei denti dall’erosione inserendoli sui denti inferiori o superiori. Tali dispositivi possono essere duri o morbidi, a seconda delle esigenze, e vengono preparati per il diretto interessato attraverso rilevazione delle impronte delle 2 arcate. Il bite ha anche il merito di rilassare la muscolatura masticatoria e di ripristinare l’allineamento corretto delle arcate.

Bruxismo: definizione, cause, sintomi e terapia
5 (100%) 1 vote

Bruxismo: definizione, cause, sintomi e terapia
Clicca per commentare

Rispondi ad un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top