cura dei capelli
Capelli

Prenditi cura di te con le migliori forbici da parrucchiere

Come scegliere il giusto paio di forbici da parrucchiere

Che siate parrucchieri professionisti o semplici appassionati di hairstyle, prima o poi tutti devono passare attraverso la scelta del giusto paio di forbici per tagliare i capelli. Il problema è che in commercio ne esistono molti tipi diversi, a seconda dell’impugnatura, della lama e del materiale utilizzato. Di conseguenza può diventare difficile per un non esperto capire quale sia il modello più adatto alle sue esigenze.

Proviamo a vedere insieme, allora, come scegliere lo strumento migliore a seconda di quello che dovrete fare. Già, perché a complicare ulteriormente la decisione, esistono forbici diverse a seconda dell’effetto che volete sui capelli. Ma procediamo con ordine.

Lo strumento serve l’uomo, non il contrario

forbici da parrucchiereIl primo aspetto da tenere ben presente nella scelta delle giuste forbici per capelli è comune in generale ad ogni acquisto di beni da utilizzare: lo dovete sentire vostro. Questa tipologia di merce poi (ma potremmo dire lo stesso di auto, abiti, lenzuola etc.) per lavorare al meglio si deve adeguare alla perfezione a quelle che sono le caratteristiche specifiche di chi la utilizza.

Un esempio pratico sempre rimanendo in tema: avete letto che la forbice X della marca Y è considerata tra le migliori sul mercato, avete controllato e il costo rientra nel vostro budget. Ma siete mancini e lo strumento è pensato per essere utilizzato con la mano destra. Non compratelo, perché non basta cambiare verso per ottenere lo stesso effetto finale sul capello. Aspettate e acquistate un paio di forbici assemblate per essere impugnate a sinistra.

Caratteristiche tecniche

Esistono forbici per sfoltire, forbici per fare tagli netti, da uomo, da donna etc. Ogni pezzo è pensato, disegnato e assemblato per poter servire un dato scopo in una determinata maniera. Impugnatura, materiale e lama sono i tre aspetti fondamentali che caratterizzano questo strumento.

Impugnatura

Esistono tre tipi diversi di impugnatura: simmetrica, asimmetrica (o offset) e semi offset. Due sono gli aspetti da valutare nella scelta: le dita utilizzate (si passa dal classico pollice e indice all’abbinamento pollice e anulare) e la posizione del braccio rispetto al corpo.

Come scegliere? Dipende da voi. In fase di acquisto provate e riprovate simulando un taglio di capelli finché non trovate quelle forbici che diventano un prolungamento del vostro braccio.

Materiale

Trattandosi di uno strumento che andrete a maneggiare per migliorare il vostro aspetto fisico è fondamentale scegliere materiali di qualità. Ma cosa vuol dire materiali di qualità quando ci riferiamo alle forbici per capelli? Ebbene, la materia prima utilizzata deve avere un’alta resistenza all’usura e agli agenti esterni (dalla temperatura alla chimica al contatto con i liquidi). Normalmente i materiali preferiti per un buon paio di forbici sono la ceramica, l’acciaio temperato e il titanio.

Lama

Se materiali e impugnature sono comunque importanti nella scelta del vostro paio di forbici, la lama ne è l’aspetto fondamentale. E’ proprio questa parte, infatti, direttamente coinvolta nel taglio dei vostri capelli e quindi nella creazione della forma della vostra chioma.

Oltre alla forma (più o meno lunga, dentellata o liscia), fate attenzione anche alla provenienza dello strumento: le lame migliori sono quelle giapponesi che, se è vero che sono le più costose, sono anche quelle che usano materiali di primissima qualità e superano meglio la prova dell’usura. Di buona qualità sono anche le tedesche, ma è meglio lasciar perdere quelle provenienti dal sud-est asiatico (anche se sono quelle più attraenti dal punto di vista economico).

Manutenzione

Prima di comprare le vostre forbici informatevi anche della manutenzione che dovrete farvi. Normalmente il costruttore riporta le indicazioni direttamente sulla confezione o sul proprio sito internet. Rifatevi a quelle per non rischiare di danneggiare in buona fede il vostro paio di forbici. La maggior parte del lavoro spetta a noi (come pulizia a fine utilizzo, oliatura periodica e conservazione appropriata), ma per quanto riguarda la messa a punto e l’affilatura della lama è consigliabile sempre rivolgersi o all’assistenza del costruttore o ad un arrotino professionista.

Pronti per la scelta delle vostre forbici?

Vota questo articolo!
Prenditi cura di te con le migliori forbici da parrucchiere
To Top